Il depuratore NGP: Ecco l’ordine del giorno approvato in consiglio comunale dalla maggioranza

27 09 2009

Ordine del giorno
relativo al p. 6, avente ad oggetto “Problematica impianto NGP – località Pagliarone” del Consiglio comunale del 25.09.2009.

Il Consiglio comunale
Premesso che:
– in data 15 luglio 2005 è stato sottoscritto presso il Ministero delle Attività Produttive l’Accordo di programma per l’attuazione coordinata dell’intervento nell’area di crisi industriale NGP spa ad Acerra, tra il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministro delle Attività Produttive, il Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Presidente della Regione Campania, l’Amministratore Delegato di Sviluppo Italia, di NGP spa, di Montefibre spa, ed il rappresentante di Edison spa;
– Tale accordo prevedeva la realizzazione di una centrale elettrica a metano da 400 mw;
– con delibera di Consiglio comunale nr. 18 del 5 aprile 2006 fu approvato il Protocollo integrativo dell’Accordo di programma per l’attuazione coordinata degli interventi nell’area di crisi NGP di Acerra;
– il Protocollo, che prevede la soppressione della centrale da 400 mw, vede coinvolti il Ministero delle Attività Produttive, quello del Lavoro e delle Politiche Sociali, la Regione Campania, il Comune di Acerra, l’ASI di Napoli, Sviluppo Italia, Sviluppo Italia Area Attività Produttive, Simpe, Montefibre, NGP ed ILMAS;
– gli investimenti previsti dovevano assicurare una occupazione non inferiore a 300 posti di lavoro, prevedendosi uno scenario finale di almeno 75 addetti nello stabilimento SIMPE, 25 addetti nella riammodernata Centrale Elettrica (centrale già esistente da alimentarsi con fonti rinnovabili – olio vegetale -), 25 nel nuovo impianto di depurazione, altri 25 nelle attività residue di NGP, con contestuale ripresa del lavoro di 160 addetti in CIGS dello stabilimento Montefibre;
Considerato che:
– allo stato, nonostante che il Comune di Acerra abbia mantenuto i propri impegni definiti nel citato Protocollo, non è avvenuto il reimpiego delle maestranze;
– il citato Protocollo prevede, all’art. 10, che “il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, in attuazione di quanto stabilito nell’accordo di programma, è impegnato, nell’ambito della normativa vigente, ad assicurare priorità istruttoria agli interventi di accompagnamento del processo di reindustrializzazione dell’area ai fini del reimpiego dei lavoratori che, fino al reinserimento presso le nuove imprese, dovessero trovarsi in cassa integrazione straordinaria o in mobilità, anche mediante l’adozione di interventi straordinari e in deroga consentiti dalle norme vigenti;
DELIBERA
A. di impegnare:
1. il Sindaco e la Giunta comunale ad attivarsi presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali al fine di garantire il rispetto dell’art. 10 del citato accordo, anche mediante l’adozione di interventi straordinari ed in deroga consentiti dalle norme vigenti;
2. L’Amministrazione comunale a pretendere il rispetto dell’accordo di programma, e della relativa tempistica, di tutte le amministrazioni sottoscrittrici e tutti gli altri soggetti partecipanti, per la compiuta realizzazione degli obiettivi indicati in tale Accordo;

B. in caso di mancato rispetto delle priorità concernenti il sostegno al reddito dei lavoratori in attesa di reimpiego contemplate nell’accordo di cui alla delibera C.C. n. 18 del 2006, di ritenere, anche in considerazione delle previsioni dell’art. 34 del D.Legs. 267/2000, il Comune di Acerra libero da ogni impegno .

Annunci

Azioni

Information

12 responses

27 09 2009
Pietro

Mi sembra sempre uno scambio, inquinamento per posti di lavoro.
Sindaco pensi alla salute della sua cittadinanza, gli spagnoli qui ci vogliono solo lucrare e stanno ricattando tutti, i lavoratori possono essere immessi in altri circuiti lavorativi, pensi ad Acerra.
Saluti.

Pietro

27 09 2009
Cittadino

Come sempre. Siete dei falsi. Innovazione, comunicazione, cultura, coerenza, correttezza … poi censurate le verità scomode. Dov’è finito il mio commento?
Ipocriti.

27 09 2009
tommasoesposito

Caro cittadino, non ho potuto pubblicare il tuo commento non per le offese gratuite nei miei confronti (mi dicono anche di peggio), ma perchè offendevi anche altre persone e non posso di certo tollerare che questo blog diventi un mezzo di offesa verso altri.
I toni civili anche se critici non li censuro mai. Le offese gratuite, soprattutto se nascoste dietro nomi inventati o anonimi, non contribuiscono a nulla. Le offese verso terzi, invece, non posso permetterle perchè ne sarei responsabile se le pubblicassi.

27 09 2009
Cittadino

Dov’è loffesa? La verità offende solo i colpevoli. L’analisi valla a fare alla tua maggioranza e a te stesso. La verità è che Acerra sta nelle sabbie mobili e tu la stai affossando ancora di più.
I tuoi cittadini, elettori o no, vogliono una città sana e a dimensione d’uomo, non l’industria dei veleni.
E poi, pensa che hai fatto approvare un ordine del giorno proposto dalla vecchia “guardia” che a tutti i costi non hai voluto come assessore, ma in Consiglio domina.
Pensa a quello che ti hanno detto le 29ine. Dopo solo tre mesi che ti hanno fatto eleggere ne sono già pentite. E io ti offenderei?
Smettila di razionalizzare e trai le conseguenze.

28 09 2009
Pietro

Per caso si sta parlando del Sig. Andrea Piatto?

Se è lui non capisco come possa aver dato appoggio a questo scellerato progetto della NGP, lui che è sempre stato contro l’inceneritore, che almeno ha aperto un’isola ecologica.

Voi dovete farci vivere tranquilli, non sempre con il pensiero di vivere all’inferno, avete il diritto/dovere di tutelare la cittadinanza, ma che diamine 60.000 persone varranno più di 400 posti o no?

Smettiamola di sottostare a questi ricatti e cerchiamo di fare qualcosa che serva alla cittadinanza, tipo una piscina, un parco giochi, non cadiamo nella trappola di questa gentaglia che pensa solo al profitto e sa solo ricattare.

Quando ci metterà al corrente di cosa vi dite negli incontri per l’osservatorio dell’inceneritore, noi che ci abitiamo vicino, avremo il diritto di sapere cosa accade in quel mostro, oppure dobbiamo fidarci del signor bertolaso e di silvio che ci fanno capire che dalle canne del mostro esca quasi un profumo anzi deodorante.
Svegliatevi, siete ancora in tempo per fare qualcosa di buono per Acerra, Sindaco non si faccia coinvolgere in questi intrighi, pensi al benessere della cittadinanza, Acerra merita un futuro migliore.

28 09 2009
Carolina Lettieri

Caro Sindaco,
ho letto con attenzione l’articolo riguardante il depuratore NGP e, nonostante qualche perplessità, il suo agire mi è sembrato assolutamente responsabile.
Quello che non mi aspettavo di leggere è invece questa delibera… premesso che sono “ignorante in materia” e che quindi possa stare per scrivere una marea di “cavolate”, da queste righe sembra quasi che emerga come unica priorità quella di assorbire i 400 posti di lavoro garantiti nel 2005.

Ma, signor Sindaco, lei sa meglio di me che dal 2005 ad oggi, nella nostra città sono cambiate tantissime cose “ambientalmente”… qualche esempio: l’inceneritore è ormai una realtà “funzionante”, la bonifica dei regi lagni mai portata a termine…
L’impressione è che, ancora una volta, gli interessi di pochi vengano prima della salute pubblica che interessa invece tutta la comunità.
Sappiamo bene che l’occupazione è una delle piaghe più grandi di questa città (e chi scrive ne è colpita in prima persona) ma non deve essere la spada di Damocle che condizioni tutte le decisioni…
Se Acerra è stata così violentata a livello ambientale è stato anche grazie all’uso diffuso, negli anni passati, di scambiare posti di lavoro per la qualità della vita. Io mi rendo conto che non sia possibile amministrare una città da soli così come mi rendo altrettanto conto che sia assolutamente inutile e poco intelligente opporsi totalmente alle decisioni e al confronto costruttivo soltanto “per partito preso”, per questo mi auguro davvero che tutti voi a cui abbiamo affidato la gestione della res publica abbiate come pensiero fisso e prioritario la salvaguardia della nostra salute e del nostro territorio. Se stiamo bene in salute, se Acerra diventa un posto in cui la gente abbia piacere a venire invece che scappar via, anche la disoccupazione si può risolvere con più facilità, senza compromessi e soprattutto con un altro spirito. (mi perdoni l’ottimismo, spesso sognatore, dei miei 27 anni!)

La mia domanda: Perchè in questa delibra non si fa nemmeno cenno alla richiesta delle nuove analisi di impatto ambientale che lei citava nell’articolo precedente?
Probabilmente per esse verrà fatta un nuovo documento… in questo caso mi scuso già da ora per aver espresso perplessità inoppotune e premature ma comunque lecite per qualsiasi cittadino che legga il titolo dell’atto in questione.

Scusandomi per la lunghezza del commento, le rinnovo la mia stima e fiducia e le auguro, soprattutto per noi, buon lavoro!
Carol

28 09 2009
marco russo

A proposito di Ngp: l’ambiente e le persone, la vita di un intero territorio non si possono barattare per un pugno di posti. Ci sono tanti altri sbocchi produttivi ( innanzitutto nel risanamento ecologico di cui c’è estremo bisogno) che possono dare tanto lavoro. E i fondi non pensiamo che manchino.

29 09 2009
gallo giuseppe

caro sindaco come lavoratore della ex montefibre non posso esserle che grato della sua decisione riguardante la delibera approvata in data 26 09 2009 ed a tutta la giunta in risposta alle persone che le buttano fango addosso o una sola risposta da suggerirle come padre di 3 figli con un mutuo da pagare per ancora 20 anni e bollette arretrate da 6 mesi che provassero loro a spiegare a dei ragazzi che il pappa non puo piu provvedere alle primarie necessita cuotidiane essendo io un monoreddito e che non mi vengano a dire dell incuinamento perche basta poco per verificare lo stato in cui e ora acerra con la montefibre non in marcia

1 10 2009
Pietro

Caro Giuseppe, capisco la sua situazione, ma non dica che per risolvere i vostri problemi era necessario impiantare sul nostro territorio un azienda insalubre di 1° categoria.
E’ sempre il solito ricatto, spero che lei torni a lavoro al più presto e che possa soddisfare i bisogni della sua famiglia, ma non dica Grazie a chi sta per rendere Acerra ancora più inquinata.
Poi Acerra prima della Montefibre era un posto migliore, le terre erano pulite e non inquinate, poi vogliamo parlare di quante persone stanno ancora patendo i malori derivanti dalla loro permanenza nella Montefibre e di quante persone già non ci sono più grazie a questi lavori inquinanti che svolgono queste fabbriche.
Noi siamo anche contro l’inceneritore, già è un eco mostro di suo, e noi invece di migliorare la situazione gliene mettiamo un altro accanto, così inquineremo l’aria e la terra grazie all’inceneritore, e le acque grazie alla Montefibre, chissà i suoi figli Giuseppe cosa ne penseranno un giorno di questa scelta che lei ora giustamente vede come l’unica speranza, ma se volevano i nostri politici avrebbero potuto far lavorare gli ex montefibre in qualcos’altro che non inquinasse.
Ma così è tutto più facile, basta una firma e la vivibilità vola via…….ed anche la nostra vita.

1 10 2009
gaetano

Caro sindaco, sono un cittadino acerrano che alle ultime elezioni comunali ha votato per il PDL. Ho avuto sentore che ad Acerra si vuole impiantare un mega depuratore che potrebbe essere molto pericoloso per la salute dei cittadini. Ebbene ti invito ad opporti perentoriamente affinchè questo avvenga perché noi del centro-destra vogliamo essere gli unici a rivendicare il genocidio che si perpreterà ai danni della popolazione acerrana. Per distruggere questa città basta ed avanza Il nostro “INCENERITORE” Hai capito? Non facciamo che arrivi tu fresco fresco e ci piazzi questa discarica di liquami e ti prendi tutti i meriti per averci sterminato, magari passando alla storia al posto del nostro amato “PRESIDENTONE” Non ti azzardare, Mi sono spiegato?
Fiducioso in un tuo fattivo impegno ti saluto cordialmente.

5 10 2009
mikasofess gratis

Salve sono un cassaintegrato di montefibre e sono cittadino acerrano ………
e sono contrario all impianto di trattamento reflui ,che si vuole mettere in funzione ,quest impianto e nato per trattare i reflui della montefibre ed al massimo quelli delle imprese insite sull’area asi di acerra .
per quanto riguarda i posti dilavoro dichiaro fermamente da lavoratore informato 30anni di servizio in questo stab. CHE : nell impianto in discussione non verranno impiegati piu di 25 unita’a fronte di una massa di 400 operai che rimarranno ancora in cassaintegrazione .quindi una risposta irrisoria sul fronte lavorativo e una minaccia grave e reale alla popolazione inerme di acerra .
tra l’altro su questi 25 alcuni sono riciclati della politica e del sindacato .
inoltre e un regalo che state facendo alla famiglia orlandi di torino ,propietaria di ngp ,ovvero coloro che hanno comprato il sito per un pugno di fave lo hanno sfruttato ,diviso,maltrattato con vendite ,fallimenti ,cassaintegrazionin,licenziamenti,da perfetti incompetenti del ramo,chimico
hanno chiuso reparti d’eccellenza ed il centro ricerche a fronte di enormi finanziamenti che sono piovuti dalla comunita’ europea ,dalla regione campania , sviluppo italia ,ministeri vari etc etc in tutto una cifra spropositata
di milioni piovuta nelle loro lercie tasche .con quale risultato ?
miserie ,lutti ,disperazione ,licenziamenti cassaintegazione da 5 anni ,impasse totale ,marcimoni ,ed adesso questo fantastico regalo . BRAVI !!!!
Allora basta con questo pararsi il culo .kesti cos ” e ssann tutt” quant.
non aggiungo altro e dire che sono cassaintegato ma sono rimasto onesto
e sincero ,pulito e combattivo perche la verita’ non deve temere nessuno

e mmo ” rispondi .senza demagogia e aria fritta che per il momento solo questo si e visto .
vediamo allora chi sono i cattivi e chi i buoni perche se vengono premiati i cattivi , ed io dopo 5 anni di fame e cassintegrazione un po cattivello lo sono diventato !,significa che sono sulla bbuona strada e prima o poi anche se siete irrangiungibili spero di avvicinarmi !!!!!!
parlavi di bonifica e ci hai dato solo una malifica non dipende da te’ ???
ma allora statt a cas ca sparagnamm na cos e sord .

5 10 2009
mikasofess gratis

Per gallo Giuseppe sei uno dei pochi che si salva ed il resto !!!
bravo !! bravo !!!
ed i figli nostri possono morire di fame !!!
bravo !! bravo !!
ma allora sei come orlandi !!!
bravo !! bravo!!
ma non hai vergogna !!!
bravo !! bravo!!
e gli acerrani con i loro figli avvelenati !!
bravo !! bravo !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: